Aggiornamenti

Social Networks

Sponsored by

ilariamauric.it è online dal 2009
11 febbraio 2011

13 febbraio: Se non ora, quando? Io sarò a Genova.


In questo post, i Ninjas spiegano la loro visione sul ruolo dei brand e l’importanza del loro posizionamento nella società interconnessa. Condivido in pieno il loro punto di vista. Ci sono una miriade di motivi non professionali che mi portano a partecipare agli eventi del 13 febbraio, ma, visto che qui parlo di lavoro, mi limito a dire che da anni vedo una fissità di idee e di approcci nel mondo della comunicazione italiana, fissità che rispecchia una parte della nostra società.

Categorie:  eventi
4 gennaio 2011

Il sottinteso dello spot “Forum Nucleare”.


È da un po’ che osservo e ascolto la pubblicità sul Forum Nucleare. Lo spot presenta il sito “forumnucleare.it” e mostra una persona che gioca a scacchi di fronte al suo alter-ego. Uno dei due è favorevole, l’altro è contrario all’energia nucleare. L’idea comunicativa di fondo è corretta e mi sembrano azzeccate anche la regia, la musica e la neutralità delle espressioni nei visi degli attori. Per me, quello che non funziona è il copy (inteso come messaggio che passa e linguaggio usato allo scopo). Oddio, forse funziona fin troppo bene, in modo un po’ (diciamo) sottile.

Categorie:  art direction
16 settembre 2010

CSMA10: il mio bilancio (parte 3/3)


Ho imparato che durante le fasi di sviluppo di un progetto, i quattro aspetti che entrano in gioco sono il budget, il tempo, la qualità e lo scopo la portata (n.d.r.: corretto dopo il commento di Jacopo e comprensione in progress :P). Sono tutte variabili, ma è più comune che budget e tempo rimangano fissi. Lavorando in team, occorre trovare un linguaggio comune per definire i termini della qualità che si vuole, si può oppure ha senso offrire, non solo dal punto di vista tecnologico. Anche questo è un punto su cui ho trovato spesso difficoltà perché, di fronte a un bivio, si preferisce un’applicazione funzionante che una grafica bella (semplifico, per ora). Anche questo sembra ovvio, ma non lo è: funzionante, per uno sviluppatore, potrebbe essere non solo un blocco del sistema ma anche la pulizia del codice, l’accessibilità e non so cos’altro. Spesso mi trovo a “combattere” contro questo approccio talebano sul software. Su questo punto vorrei cercare di alzare lo sguardo andando per un attimo oltre le metodologie.

Categorie:  eventi
4 febbraio 2010

I contest creativi online e il valore della conoscenza del cliente.


Qualche giorno fa leggevo questo post di Giorgio Soffiato su Marketing Arena e mi è tornata in mente una chiacchierata fatta con il collettivo Qbico. Parlavamo del valore delle idee e di quanto sia difficile, a volte, far capire al cliente che tipo di lavoro ci sia dietro un progetto creativo, comunicativo o grafico. Barbara (Bonci) mi diceva che anche per lei la progettazione di un logo può richiedere pochi minuti o diversi giorni, di conseguenza non si può sempre quantificare un lavoro in base al tempo che si impiega per farlo, perché i progetti di tipo creativo vanno valutati appunto in base all’idea. Stefano Gennarelli mi ha ricordato poi dell’esistenza di contest online, come BootB o Zooppa, che ho provato a seguire per qualche tempo. Mi ha invitato a dare un’occhiata ai clienti che commissionano un lavoro e il prezzo offerto.
Dopo aver parlato con i “Qbici”, ho riflettutto un po’ su questi contest e il mio modo di lavorare.

lavorare in silenzio, come un pesce

Categorie:  art direction

Informazioni e licenza


Questo blog utilizza Wordpress è basato sul tema Gutenberg, modificato da me con i preziosi consigli di Nicolò e il fondamentale supporto di Luca
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti del mio blog sono pubblicati con Licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 (Italia License).