Aggiornamenti

Social Networks

Sponsored by

ilariamauric.it è online dal 2009
3 gennaio 2016

Eredità, patrimonio, cultura VS modelli digitali (inadeguati)


Qualche giorno fa ascoltavo la mia consueta puntata di 2024 e uno dei temi trattati era l’eredità digitale, argomento triste e pesante. La prospettiva principale da cui veniva affrontato riguardava che cosa succede ai “nostri” contenuti digitali quando non ci saremo più. Gli esempi fatti durante la puntata hanno acceso un ricordo molto vivido della mia infanzia.
Scrivo questo post in parte con mio nipote in braccio, preferisco pubblicarlo così invece che tornarci su e rimuginarci ulteriormente.

23 agosto 2015

Cara Coop, non perdere un’occasione preziosa: raccogli feedback dal tuo supermercato del futuro a Expo2015


Sapevo che a Expo avrei trovato anche la Coop e le sue idee per la spesa del futuro. Quello che non mi aspettavo era di trovarle proposte in forma di supermercato, cioè un vero supermercato con veri prodotti acquistabili. Entri, fai la spesa ed esci con i prodotti. Un gigantesco prototipo.
Abbiamo fatto la spesa in 4, così ne ho approfittato per girare qualche video e raccogliere le impressioni autentiche e di pancia che abbiamo vissuto.

È da un po’ che penso a come scrivere questo post e ho deciso di partire da qui, da questo “giro” di prova nel prototipo e dall’impatto che ha avuto su di noi.
Coop-Expo - FFD - ingresso

1 agosto 2013

Qualche pensiero sparso derivato dall’espressione “errore umano”


Se c’è un argomento che sa descrivere Donald Norman è l’errore nella progettazione. Nello specifico, l’errore che causa danni gravissimi o catastrofi. Come descriverebbe il disastro dell’AV di Santiago?
La mia amica Chiara Canonici scrive e sta prendendo anche qualche bel premio. Ho chiesto a lei di provare a raccontare la dinamica dell’incidente, senza indugiare nei particolari drammatici o nelle polemiche politiche.

Il punto in cui è avvenuto l’incidente si trova in una curva praticamente a gomito, all’uscita di una breve galleria, dopo 70 km di binari dritti. Lì, dietro i muri di cinta, c’è un quartiere residenziale.

Nel testo scritto da Chiara, ho aggiunto i grassetti nei punti che ho ritenuto più significativi per delineare il possibile scenario in cui è avvenuto l’incidente.

4 ottobre 2012

Lean UX, UI e visual: i miei 2 problemi più grandi


Leggo finalmente le slide di Nicolò Volpato presentate a Better Software 2012 (quest’anno non ci sono andata). Nicolò ha parlato di “Visual design vs Creatività” e mi trovo d’accordo in linea generale con tutto il suo discorso. Avrei voluto parlare con lui dei problemi ricorrenti che sto affrontando io da quando, negli ultimi anni, stiamo approcciando i progetti con questa modalità di lavoro.

Un piccolo inciso: nei team che non adottano queste metodologie, i problemi sono più grandi. Grazie alle iterazioni, abbiamo come minimo l’occasione di farli emergere e possiamo tentare di risolverli.

Queste sono le slide di Nicolò:

Categorie:  user experience design
12 aprile 2012

Apps 4 Italy: noi ci proviamo


Il 30 aprile è il termine ultimo per partecipare ad Apps4Italy, il concorso italiano che invita pubbliche amministrazioni, aziende, sviluppatori, designer e chi più ne ha più ne metta a presentare un’app mobile (o un’idea di app) basata sugli open data. Ho avuto due occasioni per partecipare e se per motivi di tempo ho dovuto dire di no alla prima, la seconda è arrivata in un momento migliore, così non me la sono lasciata scappare. L’invito è arrivato da Smartitaly, indirizzato a me, Emanuele Rampichini e Francesco Fortunati ed è sostenuto da Samsung Italia, che ci ha prestato 2 Galaxy Note.
Foto di Michele Luconi

19 dicembre 2011

Adattivo e responsivo: che significa?


Nel 2011 abbiamo assistito al boom definitivo degli smartphones e dei tablet. Non starò qui a tediarvi con infografiche e statistiche. Il trend è talmente chiaro… e io stessa da tempo faccio i conti con questi nuovi contesti di utilizzo.
Per me vuol dire imparare a ragionare secondo nuovi paradigmi e imparare anche un nuovo vocabolario (anche se ho scoperto che di responsività si parlava già da molto, ma molto tempo).
Ho un dubbio… diciamo “linguistico” che ho provato a fugare grazie ad alcuni articoli e libri che cito in fondo. Avevo anche scritto un tweet in cui chiedevo se qualcuno conoscesse la differenza tra le due definizioni “adaptive design” e “responsive design” (e ci sarebbe anche il “reactive design”). Qualcuno mi aveva suggerito di avventurarmi nel territorio dei “sistemi complessi” (?). Così ho deciso di scrivere questo post.

4 novembre 2011

Dalla progettazione grafica su carta a quella su web.


Sabato 15 ottobre ero ad Ascoli all’AP Camp, su invito di Fabio Curzi. Grazie a lui e a quelli che sono venuti ad ascoltarci! Mi hanno chiesto di fare un intervento a due, una specie di “duello” tra grafica su carta vs. grafica su web: come cambia l’impostazione di un progetto, quali sono i limiti, le opportunità, i punti di incontro e le differenze. Gli “sfidanti” eravamo io e Cristiano di Schicchero Design, che ha introdotto l’argomento e presentato i punti che lui vede come limiti (non c’è uno sviluppo tridimensionale, sfogliabile, del prodotto finito; il monitor è limitato e non dà un’emozione tattile ecc. ecc.). Mi è piaciuto ragionare su queste cose, ho fatto mente locale su punti che do ormai così tanto per scontati che a volte finiscono per sfuggirmi.

La foto è di Anna Torcoletti. :)

23 giugno 2011

Il problema irrisolto della gestione del tempo.


Da un paio d’anni, insieme a e-xtrategy e a Jacopo Romei, ho iniziato a essere considerata parte integrante del team di sviluppo di un progetto (web o mobile). Do il mio contributo nella scrittura delle storie, partecipo a quasi tutti gli iteration meeting, faccio planning game ecc. ecc. Insomma, mi impegno :)

Prima di dire qual è la mia più grossa difficoltà oggi, devo scrivere nero su bianco, una volta per tutte, quali sono i benefici più rilevanti che ho trovato finora nel cambiare metodo di lavoro:

  • migliore comunicazione in tutto il team (cliente incluso)
  • grande predisposizione al cambio di rotta o a successivi incrementi
  • migliore comprensione del progetto a monte, discutendo prima obiettivi e richieste.

Scusate se è poco.

28 aprile 2011

L’unica situazione in cui (per ora) scelgo la “via analogica”.


Questo inverno ero a Bologna con Renzo Borgatti. A pranzo ho voluto raccontargli brevemente del mio diabete, perché è una malattia che preferisco “dichiarare”. Quando hai il piatto fumante davanti, ti alzi dal tavolo e devi andare in bagno… sembri un deficiente :D

Renzo mi ha chiesto se esisteva qualche app per iPhone che mi aiutava a monitorare le misurazioni che devo fare costantemente. Ovviamente le avevo cercate, ma non mi ero fidata di nessuna. Il fatto è che non puoi permetterti di perdere i dati se perdi o resetti il file o l’iPhone per sbaglio.

11 marzo 2011

Gentile Sig. XY, le risponderemo appena possibile.


Sono un utente e cliente di alcuni servizi online da diversi anni, li ho sempre scelti con fiducia e continuo a consigliarli a chi mi chiede un parere. Ho un conto con Fineco da… boh, credo dal 2005. Ho aperto un Conto Arancio nel 2006 o giù di lì. Da quando sono freelance, ho aperto un secondo conto con un’altra banca, che ha spostato molti servizi online. Ho sottoscritto una polizza con Genialloyd diversi anni fa e ora sono a passata a Quixa.

Finché si tratta di usare un servizio già disponibile (un bonifico, un rinnovo di polizza, un preventivo o un estratto conto), tutti questi servizi sono molto comodi e convenienti. I problemi arrivano quando si esce dagli scenari consueti.

.

Informazioni e licenza


Questo blog utilizza Wordpress è basato sul tema Gutenberg, modificato da me con i preziosi consigli di Nicolò e il fondamentale supporto di Luca
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti del mio blog sono pubblicati con Licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 (Italia License).