Aggiornamenti

Social Networks

Sponsored by

ilariamauric.it è online dal 2009
5 novembre 2013

Lean approach ed eccolo: è il mio nuovo blog!


Ce l’ho fatta. Ci sono voluti solo due anni, ma alla fine la montagna ha partorito il topolino ed eccomi qui, con una nuova casetta, proprio quella che volevo. :)
Il primo post del mio vecchio blog è stato pubblicato a novembre 2009. Ho iniziato a lavorarci nel primo semestre 2009 e Ale mi ha fatto un gran regalo traducendo i miei psd in html e css, uno dei nostri primissimi lavori basati su griglie e ritmo.
Sono passati 4 anni. Oltre al naturale “peso” dell’età, la vecchia skin stava risentendo sempre di più di alcuni miei peccati originali e/o di gioventù.
Le prime prove di restyling le ho fatte tra me e me, raccogliendo feedback in giro ma senza riuscire a decidermi. Al quinto tentativo scartato, ho capito che stavo diventando il mio peggiore Cliente, continuavo a rimuginare su idee ed effettini di vario tipo, incapace di applicare su di me il metodo che uso quotidianamente quando lavoro per gli altri.

Quest’estate ho deciso di prendere il toro per le corna. Per prima cosa ho buttato via tutto e mi sono fatta una retrospettiva da sola.

Categorie:  eventi
18 gennaio 2013

Cooper U – corso di Interaction Design (giorno 3): appunti sparsi


Il titolo di questa terza giornata è stato “framework” ed è stata condotta quasi sempre da Chris. È stata veramente intensa ed effettivamente mi sono mossa in un territorio che conosco bene. Ma ho lavorato sui miei wireframe in modo diverso dal solito e, in più, sono rimasta sorpresa dal risultato che abbiamo ottenuto, sia grazie al lavoro fatto a monte che a qualche piccolo e utilissimo trucco.
La giornata di ieri era terminata con lo storyboard dei momenti chiave relativi al goal scelto per Ellen, la persona che abbiamo creato.

Mi aspettavo di dover trasformare questo storyboard in scenario e invece abbiamo iniziato a produrre alcune soluzioni che, alla fine, ci hanno aiutato a ridefinire il goal di Ellen. Il metodo lo chiamano (mi sembra) “5 minutes ideas” e serve a fare brainstorming sulla ux, usando il pensiero laterale. È un momento molto creativo e divertente, perché tutto è ammesso.

5 minutes ideas

Categorie:  eventi
1 giugno 2012

Agile UX Barcamp: com’è andata


Il 31 maggio, io e Alessandro Violini abbiamo partecipato all’Agile UX Barcamp, ospitato e organizzato da Dada, Fabio Armani e Stefano Leli. Abbiamo discusso il nostro intervento in mezz’ora fitta, alle 14. È stata la mia “seconda volta“.

Categorie:  eventi
15 maggio 2012

Nuovi dispositivi = nuovi modelli mentali (o viceversa)


All’IA Summit 2012, Diego Banchero ha presentato un intervento dal titolo “IA e adaptive design: SHE (Shrink, Hide, Embody) always right” al termine del quale Stefano Bussolon ha chiesto: “Ma quindi a nuovi dispositivi corrispondono nuovi modelli mentali?” Diego ha risposto: “Non ho dati su cui basare la mia risposta, quindi posso solo dire che la mia sensazione è che sia così.”

La slide 38 del keynote di Sylvain Cottong.


Categorie:  eventi
29 novembre 2011

Dopo lo UXCamp e l’Agile Day 2011: l’usabilità delle parole e la semantica del visual design.


Qualche settimana fa ero in viaggio in auto e stavo impostando il tragitto su un navigatore non mio (io non ce l’ho). Avevo provato diversi itinerari prima di decidere e sistematicamente incappavo nello stesso errore, quando dovevo rispondere a questa domanda:

Ho risposto correttamente la prima volta che ho letto la schermata, perché non l’avevo mai vista e quindi sono stata attenta al messaggio. Tutte le altre volte che me la sono ritrovata davanti, ho sbagliato la risposta. Per ordinare al navigatore di fare una cosa, dovevo dirgli cosa NON volevo ottenere. Questa cosa può funzionare fino a quando l’utente non conosce il sistema, perché quando lo conosce non legge più il contenuto e procede per automatismi. Raramente, se non mai, mi è capitato di imbattermi in un errore così grossolano di copy e di ux. Alla terza volta, mi sono ripromessa di scriverci un post. Non solo perché si tratta di un errore di progettazione che genera nell’utente un forte disappunto, ma anche perché intuivo che sotto sotto, se ci avessi ragionato bene, avrei toccato temi come l’importanza del linguaggio, del tono e non so cos’altro.

Categorie:  eventi
12 settembre 2011

PWI2011, un bel premio inaspettato.


Sabato 9 settembre ero a Cava de’ Tirreni, accompagnata dall’amico e personal web guru Adriano.  C’è stato il Festival Web Italia e la consegna dei Premi Web. Quest’anno c’erano anche i premi speciali per le nuove figure professionali individuate negli skill profiles di IWA. E qui ho preso un premio anch’io come creative information architect del 2011. È stata davvero una piacevole sorpresa, anche perchè non sapevo di essere candidata e sotto osservazione. È proprio vero che le cose migliori arrivano quando meno te l’aspetti.

Categorie:  eventi
18 maggio 2011

[OT] Stacco tutto e vado al Supernova Festival


Qualche settimana fa ricevo una telefonata dall’amico Adriano: “Perché non vieni con me e Jonathan al Supernova?”. E che cos’è?, gli faccio io. Adri mi spiega che il ponte del 2 giugno ci sarà questo grande festival di musica elettronica.

Categorie:  eventi
11 febbraio 2011

13 febbraio: Se non ora, quando? Io sarò a Genova.


In questo post, i Ninjas spiegano la loro visione sul ruolo dei brand e l’importanza del loro posizionamento nella società interconnessa. Condivido in pieno il loro punto di vista. Ci sono una miriade di motivi non professionali che mi portano a partecipare agli eventi del 13 febbraio, ma, visto che qui parlo di lavoro, mi limito a dire che da anni vedo una fissità di idee e di approcci nel mondo della comunicazione italiana, fissità che rispecchia una parte della nostra società.

Categorie:  eventi
16 settembre 2010

CSMA10: il mio bilancio (parte 3/3)


Ho imparato che durante le fasi di sviluppo di un progetto, i quattro aspetti che entrano in gioco sono il budget, il tempo, la qualità e lo scopo la portata (n.d.r.: corretto dopo il commento di Jacopo e comprensione in progress :P). Sono tutte variabili, ma è più comune che budget e tempo rimangano fissi. Lavorando in team, occorre trovare un linguaggio comune per definire i termini della qualità che si vuole, si può oppure ha senso offrire, non solo dal punto di vista tecnologico. Anche questo è un punto su cui ho trovato spesso difficoltà perché, di fronte a un bivio, si preferisce un’applicazione funzionante che una grafica bella (semplifico, per ora). Anche questo sembra ovvio, ma non lo è: funzionante, per uno sviluppatore, potrebbe essere non solo un blocco del sistema ma anche la pulizia del codice, l’accessibilità e non so cos’altro. Spesso mi trovo a “combattere” contro questo approccio talebano sul software. Su questo punto vorrei cercare di alzare lo sguardo andando per un attimo oltre le metodologie.

Categorie:  eventi
14 settembre 2010

CSMA10: il mio bilancio (parte 2/3)


Luca Mascaro all’Experience Camp ci ha detto: “Lavoriamo, disegnamo, sviluppiamo e progettiamo, ma alla fine, solo nel momento in cui gli utenti usano il sistema, capiamo che fino a poco prima abbiamo solo fatto ipotesi. E che dovremo ricorreggere il tiro“. Le user stories mettono l’utente al centro, ma quante volte l’utente è seduto al tavolo a fare planning con noi? Non possiamo sperare nel progetto e nel cliente perfetti.
Ho ridisegnato il grafico creato da Jacopo per spiegare l’anello di feedback durante su un progetto. Inizio a riconoscermi in questo flusso di lavoro.

guardala grande su Flickr

Categorie:  eventi

Informazioni e licenza


Questo blog utilizza Wordpress è basato sul tema Gutenberg, modificato da me con i preziosi consigli di Nicolò e il fondamentale supporto di Luca
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti del mio blog sono pubblicati con Licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 (Italia License).