Aggiornamenti

Social Networks

Sponsored by

ilariamauric.it è online dal 2009
4 dicembre 2009

Dolcevita Android – Parte 1: la launcher icon.


Era un bel giorno di maggio.
Sole, uccellini, 25 gradi.
Lorenzo mi raggiunge in pausa caffé e mi dice “Dobbiamo realizzare un’applicazione per telefonino. Ci manca un grafico e per questi lavori penso sempre a te.” Sarò forse l’unica persona che Lorenzo conosce che fa questo mestiere? Boh… Ma intanto, finché è così, ne approfitto. Ovviamente ho detto che ci stavo.

Clicca. Anzi, no. Tocca.

Tutto è nato da questo post di Alfredo. Lo leggo, mi imbarco in questo progetto e scopro un po’ di cose nuove: Google sta lavorando su un sistema operativo open source per mobile devices che si chiama Android. Per ora questo sistema è ancora un po’ acerbo (almeno, così mi dicono), ma sta facendo grandi passi avanti. Gira su pochi modelli di cellulari e ha come obiettivo quello di diventare il vero concorrente di iPhone Os. Se Android avesse (magari ce l’ha) una mission, mi ricorderebbe la Nike degli anni ’80: “uccidere iPhone” :)
L’esperienza Apple insegna che le applicazioni sono uno dei punti chiave del fenomeno iPhone, così Google invita gli sviluppatori a partecipare a un contest a premi, l’ADC (Android Developer Challenge). Lo scopo è quello di creare un’applicazione, sempre open-source per Android. Tema libero.
Lorenzo, Michele e io raccogliamo l’invito di Alfredo e ci incontriamo una sera di giugno a Numana. È così che conosco anche Sergio e Andrea, siamo un bel gruppetto.
Scopro che Alfredo è estremamente competente in materia “mobile”, ed è anche una persona appassionata e vulcanica. Ci spiega la sua idea per l’applicazione e a tutti noi sembra ottima: deve rispondere alla domanda “Che faccio oggi/stasera? che fanno i miei amici?”. Le risposte sarebbero arrivate interrogando i vari social network usati dall’utente e dai suoi contatti. Una sola applicazione invece che infiniti social network.
A fine serata, ridendo e scherzando, siamo riusciti anche a battezzareil progetto: “Dolcevita” – nome che mi convince ancora, dopo tanti mesi :)
Durante le successive settimane di lavoro, il problema grosso non è stato quello di scrivere codice per Android (ricordo diversi tweet di Alfredo in cui esprimeva pura soddisfazione a riguardo); bensì quello di prendere gli eventi dai vari network, usando web services, API e non so cos’altro. In tutto questo, abbiamo (hanno) dovuto fare i conti con diverse restrizioni e sbarramenti, per via di tutele varie della privacy. Per questi motivi, nonostante varie tirate notturne, non siamo riusciti a consegnare Dolcevita in tempo per l’ADC. Tra impegni, ferie, traslochi e cambi di vita vari, stiamo (dovrei sempre dire “stanno”) cercando di andare avanti.

Io, invece, il grosso del mio lavoro l’ho finito quest’estate. Anche se… chissà, potrebbero esserci nuovi sviluppi e quindi nuove frontiere per l’interfaccia “dolcevitosa”. Mi ci è voluto diverso tempo per capire come muovermi, anche perché fino a quest’estate avevo un Motorola… e sì, Dolcevita è stata la mia buona scusa per comprare un iPhone :P. Fino ad agosto, non avevo ancora mai usato uno smartphone e quindi non potevo neanche immaginare quali fossero le peculiarità di un’interfaccia mobile. Il mio ruolo in tutta questa faccenda consisteva nel trovare un’icona giusta per l’applicazione (la launcher icon), seguendo le regole dettate da Google; e, soprattutto, capire come un utente usa un’applicazione su telefono, in modo da riuscire a disegnare i template dell’interfaccia.

Dopo aver scartato altre idee confrontandomi col team di sviluppo, questa è l’icona / logo che è uscito fuori: un mondo connesso, con ombrellino e olivetta, come se fosse un aperitivo da bere.

la launcher icon e il logo Dolcevita(a sinistra, la launcher icon; a destra il logo completo Dolcevita)

Nelle prossime settimane mostrerò i template (provvisori) dell’interfaccia e i passaggi che ho fatto per capire come disegnarli. Scrivo “provvisori” perché dobbiamo vedere quanti altri ritocchi dovrò fare in base alle cose che riusciranno a far funzionare e agli sviluppi futuri.

7 Commenti
  • carino il logo e sicuramente bella l’esperienza…..speriamo che android diventi maturo in tempi brevi…da quel che so google sta lavorando in prima persona ad un suo smartphone che dovrebbe essere sul mercato in tempi brevi, mi auguro diventi un impulso ad una versione stabile della piattaforma.

  • ahimè, gisto per confermare cosa stavo dicendo http://vitadigitale.corriere.it/2009/12/android_non_convince_leuropa.html

    Troppo acerbo, troppo da smanettoni e poca promozione “seducente” stile apple. Speriamo non facciano terra bruciata prima di uscire con (e promuovere degnamente) una versione stabile e user friendly, sarebbe un vero peccato.

  • Bello il sito… ops scusa non è ancora pubblicato :-)
    Iniziativa lodevole, peccao i tempi.

    Non mi stupisce che Android non sia ancora sulle mani di tutti. Vorrei sapere più che altro se il NON rispetto delle previsioni che indicano i giornali si riferisca alle aspettative di google o quelle dei media.
    Secondo me Android è precoce, quanto nuovo, quanto non immediato, quanto non pronto per il mercato delle persone che oggi tiene in mano un palmare…e purtroppo nemmeno così tanto innovativo vista la presenza dell’iPhone.
    Credo anche sia l’unica vera alternativa al prodotto Apple, che sia potenzialmente migliore, eticamente più apprezzabile e che non sia un surrogato o un’imitazione. Tant’è che Apple ha già affermato di introdurre nell’iPhone alcune funzioni dell’Android.
    Però… è normale l’iPhone ancora vende di più. E’ più spinto, è più di moda. Chiunque abbia un mac è quasi scontato che prediliga un iPhone rispetto ad Android. E tutto questo signifca prendere automaticamente una bella fetta di mercato.
    E’ un bellissimo prodotto ma stavolta l’avversario è duro.

    Due grazie ad Android: per aver contribuito a rendere obsoleto Windows mobile, per incentivare lo sviluppo di questi hardware.

    Dolcevita per mac? :-D

  • Guardo questa cosa dal punto di vista dell’acquirente e non dello sviluppatore che trova Android più o meno innovativo / utile ecc. Secondo me i prezzi degli smartphones sono ancora troppo alti. 500 e più euro per un telefono sono tantissimi, in pochissimi se i possono permettere. Io penso che molti comprino Apple sia perché è di moda e sia perché lo trovi a buon prezzo, se lo associ a qualche offerta. Se Google vuole vendere e avere risposte da un pubblico più vasto, deve trovare un modo di vendere il suo prodotto come fa Apple… Finché Android girava su altri telefoni, era un bel problema convincere, chessò, htc a vendere a determinate condizioni. Ma ora stanno uscendo i telefoni Google, quindi immagino che avranno la massima libertà nel decidere a quanto vendere un telefonino. Così forse il mercato si potrebbe allargare… a quel punto probabilmente una cosa tirerebbe l’altra. Una concorrenza per iPhone ci vuole, quindi spero che questo accada.
    Dolcevita per iPhone, Dolcevita per web… idee ce ne sono tante, ora dobbiamo puntare ad avere Dolcevita Android e la nostra pagina web semplice, ci serviranno altri mesi di lavoro extra…. :)

  • Bravi! complimenti per l’iniziativa!

  • grazie mille Cristiano, ogni suggerimento è il benvenuto :) Buone feste!

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Informazioni e licenza


    Questo blog utilizza Wordpress è basato sul tema Gutenberg, modificato da me con i preziosi consigli di Nicolò e il fondamentale supporto di Luca
    Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti del mio blog sono pubblicati con Licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 (Italia License).